Come Platone ci ricorda nel suo Cratilo, la parola greca kalon, bellezza, ha la stessa radice di kaléo, chiamare. Ovvero, la bellezza attira. E questo è qualcosa che tutti i grandi imprenditori e innovatori sanno molto bene. Non a caso hanno sempre scelto di lavorare al fianco di grandi designer. Elon Musk ha Franz von Holzhausen, Adriano Olivetti aveva Ettore Sottsass e Steve Jobs aveva Jonathan Ive. Della stessa idea era Enzo Ferrari, per il quale un motore era buono solo se era bello. L’imprenditore di Modena era solito dire che il miglior progettista di motori sarebbe stato Palladio perché, anche se non si vedeva, un motore non doveva essere solo potente ma anche perfetto esteticamente. Il suo non doveva essere un rumore indistinto ma un’armonia di suoni. E questa spinta alla bellezza gli ha permesso di creare le automobili più belle e famose della storia del Novecento italiano. Quando ti metti in proprio la bellezza estetica di quello che fai ha una grande importanza. Una bella presentazione è più facile da comprendere, un bel sito è più facile da utilizzare e un bel prodotto è più facile da vendere. Qualsiasi cosa tu faccia dunque cerca di farla anche bella.

“La bellezza è una promessa di felicità.”

— Stendhal

Un esempio di come la bellezza può cambiare la tua attività.

Nell’estate del 2009, Airbnb non stava avendo molto successo a New York, così i suoi fondatori cercarono di comprenderne il motivo e scoprirono che le fotografie delle case e delle stanze erano veramente scadenti e nessuno acquistava perché nessuno capiva il vero valore del servizio che proponevano. Così, noleggiarono una macchina fotografica da 5.000 dollari e andarono porta a porta a fare fotografie professionali a quante più case potessero. Questa intuizione, fece aumentare di tre volte le prenotazioni a New York e entro la fine del mese, i ricavi di Airbnb nella città raddoppiarono. Questo spiega perché Airbnb oggi offre servizi professionali gratuiti ai loro hosts in molte città. Platone aveva ragione, la bellezza vende.