Così come Copernico ha rivoluzionato l’Astronomia e Marcel Duchamp ha rivoluzionato l’Arte, Bronisław Malinowski ha rivoluzionato l’Antropologia. Prima di Malinowski, gli antropologi erano dei topi da biblioteca che passavano la vita chiusi nelle loro stanze ad analizzare dati raccolti da altri. Malinowski invece sposta il lavoro dell’antropologo sul campo così da cogliere a pieno il punto di vista dei soggetti osservati e comprendere la loro visione del mondo. Non si limita a studiare o osservare ma parla con le persone e condivide con loro esperienze. Te ne parlo perché penso che ci sia molto da imparare da Malinowski. Oggi infatti il motivo principale per cui le start up falliscono è la mancanza di un bisogno di mercato reale. Ovvero non hanno capito il proprio mercato di riferimento. Pensavano di avere l’idea del secolo, ma quando poi l’hanno lanciata sul mercato si sono resi conto che non risolveva alcun problema reale (e quindi nessuno era interessato a comprare il loro prodotto o servizio). Morale della storia, quando ti stai mettendo in proprio, non limitarti a studiare il mercato ma vivilo per scovare nuovi trend e nuove opportunità. Parla con le persone e capisci da loro quali problemi hanno e come puoi risolverli.

“The Truth Is Out There.”

— X Files

Strumenti per conoscere il mercato.

Quando ti metti in proprio, è molto utile tenersi aggiornato su quello che accade nel mondo così da anticipare e comprendere tendenze e fenomeni che potrebbero impattare il tuo lavoro oppure ispirarti nuove idee. Il modo migliore per farlo è vivere da dentro il tuo mercato di riferimento. Ovvero, osservare quello che fa o dice la gente. Se passeggiando per strada, vedi molta gente in fila fuori da un negozio, un cinema o un teatro, fermati e cerca di capire cosa sta accadendo. Non voltare mai lo sguardo. Leggi i giornali, ascolta la musica, vivi l’arte. Sii curioso. Fai domande e domandati il perché delle cose.

A questo atteggiamento “antropologico”, puoi poi affiancare un lavoro più di ricerca. Su Internet per esempio puoi trovare molti siti e magazine on-line che forniscono, più o meno gratuitamente, dati, grafici e articoli. Tra questi ti consiglio: